Energie in gioco tra scienza, ambiente e società.
Iscriviti alla Newsletter

Opere al palo? Conoscere per prevenire

Pubblicato: 28 Maggio 2020 alle 16:59   /   by   /   commenti (0)

di Emilio Conti

In Italia progettare e costruire una qualsiasi infrastruttura di pubblica utilità – dagli impianti per la produzione di energia o per il trattamento dei rifiuti alle opere in linea – risulta molto complesso. Chi investe si trova di fronte a un percorso spesso a ostacoli in cui gli interlocutori non sono ben identificati, la situazione del territorio è sovente poco conosciuta e i tempi per ottenere qualsiasi autorizzazione sono sempre più lunghi di quelli attesi e programmati. A tali ostacoli si aggiungono le opposizioni delle comunità locali.

Per superare le possibili difficoltà sia nella fase autorizzativa sia in quella della realizzazione è indispensabile una conoscenza approfondita del contesto in cui si va a operare.

Secondo la nostra pluriennale esperienza sul campo sono tre sono gli aspetti determinanti:

  • capire il territorio da un punto di vista socio-ambientale, conoscerne l’economia, le criticità legate alle infrastrutture già presenti e ad altri aspetti che possono pesare in quel determinato contesto da un punto di vista ambientale;
  • conoscere qual è la storia di quello specifico territorio, per comprendere la predisposizione della popolazione verso i temi della tutela ambientale e dell’ambito industriale di riferimento del soggetto proponente l’opera, nell’ottica di prevenire possibili segnali premonitori derivanti dal passato;
  • individuare i soggetti presenti che possono avere un’influenza sull’evoluzione del progetto che si vuole realizzare. Più ampia sarà la mappatura degli stakeholder più efficace sarà la prevenzione a possibili attacchi e più immediata la risposta.  

Un’analisi preventiva completa e approfondita è dunque l’elemento che può fare la differenza nella costruzione di un percorso efficace di engagement e di coinvolgimento degli stakeholder locali.

Le esperienze avute utilizzando questo approccio metodologico evidenziano come la conoscenza del territorio possa portare alla luce gli elementi su cui fondare un percorso condiviso con i soggetti più influenti, marginalizzare di fatto gli oppositori, consolidare più efficacemente gli investimenti da parte del proponente l’opera.